Gruppo MONTAGNA

Il Gruppo Montagna della Sezione di Giussano dell'Associazione Nazionale Carabinieri nasce da un'idea: coniugare la bellezza dello sci alpino all'aiuto nei confronti degli appassionati.

Gli ultimi anni hanno visto un incremento degli incidenti sulle piste di sci, a volte con conseguenze letali. L'unico modo per collaborare in modo propositivo è la prevenzione. Una delle maggiori cause di incidente è conseguente all'incremento degli utenti delle piste e quindi di scontro derivante da velocità, incapacità e azzardo.

Il soccorso e l'osservanza delle regole di comportamento sulle piste di sci è delegato direttamente ai responsabili degli impianti e/o alle forze dell'ordine (Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza) ma, a causa del vasto comprensorio il personale non è mai sufficiente..

Il Gruppo Montagna della Sezione di Giussano dell'Associazione Nazionale Carabinieri nasce quindi nell'anno 1999 in collaborazione con la Compagnia Carabinieri di Chiavenna e stazione di Carabinieri Campodolcino nella provincia di Sondrio con lo scopo principale di essere una presenza sulle piste a supporto delle forze dell'ordine e del sistema di soccorso sulle piste.

Il progetto, unico ed innovativo, è stato presentato alla società Ski Area Valchiavenna, proprietaria degli impianti di Madesimo, ed ha portato ad un accordo di collaborazione già dalla stagione invernale 1999-2000 che ha portato all'affiancamento del personale degli impianti addetti al soccorso ed alle forze di Polizia.

L'accordo prevede il pattugliamento continuo delle piste di sci con lo scopo di:

- prevenire gli incidenti;

- fermare gli sciatori indisciplinati indicandoli alle forze dell'ordine ed ai responsabili degli impianti;

- informare gli sciatori sulle condizioni delle piste e su qualunque altra domanda relativa a neve, piste e sicurezza;

- collaborare con il personale preposto al soccorso garantendo una migliore capacità e prontezza di intervento;

- servizio antivalanga;

- ricerca di persone smarrite.

Il successo del primo anno è continuato negli anni successivi ed ha portato ad uno sviluppo dell'attività del Gruppo.

Nell'anno 2005 il gruppo si è iscritto alla Protezione Civile Nazionale con iscrizione IPn38 nell'organigramma ANC.

Nell'anno 2006 è preventivata la collaborazione con la FISPS (Federazione Italiana Soccorso Piste da Sci) in collaborazione con il gruppo AKJA della Valle Brembana anch'esso un gruppo di volontariato e P.C. di cui molti componenti appartengono al Soccorso Alpino e Speleologico e dove i loro istruttori tengono corsi di aggiornamento periodico in tale modo si pensa di mantenere l'uniformità nelle procedure di intervento confrontando le proprie tecniche al fine di migliorare il servizio offerto.

Oggi si contano una ventina di volontari che operano a turno sulle piste durante i fine settimana. Hanno tutti conseguito il diploma di Soccorritore seguendo i corsi del 118 al fine di poter migliorare le proprie capacità di intervento e partecipano collettivamente agli annuali corsi di aggiornamento e perfezionamento in materia di soccorso per essere sempre aggiornati su eventuali nuovi protocolli 118. Il futuro del Gruppo sarà sempre più volto ad ampliare le conoscenze in materia di soccorso con particolare attenzione agli interventi specifici dello sci alpino ed alla casistica tipica di tali infortuni.